FESTIVAL

FESTIVAL

(Per chiamare le cose con il loro nome)

Teatro Linguaggicreativi

 

Festival come incontro. FESTIVAL COME FESTA. Festival è anche invitare gli amici, che siano artisti o pubblico. Festival è confronto. FESTIVAL E’ DIVERTIRSI A MISCHIARE LINGUAGGI. Festival è Concerti, Spettacoli, Reading.

 

Festival anno I, perché dopo 6 stagioni abbiamo voglia di rivedere chi è già passato da qui. Festival è chiamare le cose con il loro nome. E tutti gli artisti sul palco per sei giorni lo faranno. E il pubblico potrà incontrarli e farlo a sua volta e i giornalisti, gli organizzatori. Tutti. Anche noi che il festival l’abbiamo progettato proprio come un momento di insieme. Perché un festival si può solo fare insieme.

 

Ogni sera a fine spettacolo verrà offerto un rinfresco, creato un luogo apposito, nel teatro, in cui ci si possa confrontare, incontrare e anche ridere insieme.

 

 

4 MARZO ore 20,30

concerto/reading

THE RAPE

Kathya West – voce, testi

Danilo Gallo – basso, effetti

Riccardo Tosi – batteria, samplers, elettronica

 

Tra avanguardie avant e post rock, improvvisazione, estemporaneità, psichedelia.

Là dentro nel buio ci sono fili di sete che abbagliano la strada dissestata del viaggio di una vita stuprata che corre.

C’è un amore prostituito e concepito morto.

C’è l’ombra di quei nodi fragili che legano un’anima slacciata.

C’è la ribellione di una sposa reclusa nel proprio lutto.

C’è la resurrezione di un tempo perduto.

C’è il patto con la vita.

C’è tutto ciò che si può interpretare, ma non spiegare.

È severamente vietato accendere la luce se si vuole davvero vedere. Non aprite gli occhi se non volete essere vittime di uno stupro.

(Kathya West)

 

 

5 MARZO ore 20,30

teatro/canzone/comico

CHIACCHIERPILLARlive

Fondamentalmente avevamo voglia di vederci

Di Walter Leonardi, Flavio Pirini e Alessio Tagliento

Con Walter Leonardi e Flavio Pirini

 

Il qualunquismo é la nuova satira.
Rientro dal lavoro, in una macchina, due colleghi, forse amici, dialogano per riempire l’eterno momento che separa l’uscita dal lavoro dall’arrivo a casa, ascoltando Caterpillar.

Si chiama Chiacchierpillar il primo road movie della radiofonia italiana, ideato e realizzato da Walter Leonardi, Flavio Pirini e Alessio Tagliento per Caterpillar RaiRadio2. Ogni mercoledì sul web Leonardi e Pirini protagonisti di un nuovo episodio.

Ripresi loro malgrado e in completa incoscienza, divagando in totale libertà di pensiero, sviluppano contrasti comici e surreali, riuscendo ad essere anche amari. Un meccanismo iperclassico ma nuovo nello stile, che permete di giocare con qualsiasi argomento diventando graffiante in maniera spontanea. Attualitá e costume, politica e vita di tutti i giorni mescolate alla grammatica del comico e spalla. La satira involontaria, vestita da qualunquismo quotidiano, é il modus operandi della coppia Leonardi Pirini, un duo comico che guarda il mondo dai finestrini di un’auto e si interroga sui mille perché del quotidiano.

 

 

6 MARZO ore 20,30

teatro civile comitragico

AUT. UN VIAGGIO CON PEPPINO IMPASTATO

Annoni/Trotti

Di Paolo Trotti, Simona Migliori, Giuseppe Aducci

Con Stefano Annoni

 

Aut è un viaggio, un viaggio di un treno fantasma, un treno che corre su quelle rotaie che saranno la tomba di Peppino. Li è seduto su quel treno e dal finestrino vede passare la sua vita. Vita che non si ferma neanche con la sua morte. Vita che non poteva mai essere vita privata, ma era lotta e politica. Il treno e la radio diventano teatro per raccontare la sua storia. Peppino si racconta. E lo fa in modo schizofrenico, saltando da un’immagine, da un ricordo, da una trasmissione all’altra. Com’erano i suoi sogni, schizofrenici. Le sue trasmissioni. La sua voglia di trasgredire. Arrivando fino al sogno… Lo spettacolo è lui, solo come negli ultimi giorni di vita, “eroe o vittima è il protagonista della sua propria esistenza”.

 

 

 

11 MARZO ore 20,30

teatro poetico

LA CURA

Di e con Barbara Eforo

 

Incontro una badante. Si racconta a me con una sincerità disarmante. Ascolto tutto. Anche i suoi silenzi e suoi sospiri. Tutto. I suoi tentativi di parole smozzicate sono la sua musica. Nella sua storia ci sono storie di bambine, di donne, di madri, di vecchie. Storie di tutti noi, migranti in questo mondo di parole. Impariamo a parlare per tentare di raccontarci. Chissà se poi serve davvero a qualcosa tutto questo. Tutto questo imparare. Tutto questo parlare.

 

 

12 MARZO ore 20,30

teatro storico comico

GRAN CONSIGLIO

Di e con Tom Corradini

 

24 luglio 1943 – Il Gran Consiglio del Fascismo si riunisce per discutere la deposizione di Benito Mussolini. Rinchiuso all’interno del suo studio di Palazzo Venezia, il Duce ricorda come il destino lo ha condotto, partendo da umili origini ad essere il capo supremo dell’Italia. Un’incredibile parabola che avrebbe ispirato l’ascesa al potere di Adolf Hitler e trascinato un uomo che si credeva un genio alla totale disfatta militare, risultando, agli occhi di tutto il mondo, un ridicolo clown.

Ci voleva l’Inghilterra per vedere uno spettacolo profondo e coraggioso. L’Inghilterra perché “Gran Consiglio” nasce per il pubblico d’oltremanica. Lì, la seconda guerra mondiale è una pagina da leggere con gli occhi dei vincitori e Mussolini è una figura che non sposta i consensi elettorali. Così, se ne può seguire la vicenda politica e umana senza indossare le lenti dell’ideologia. È quanto ha fatto Tom Corradini, autore, interprete e regista della piéce, premiata come miglior performance al Fringe Festival di Praga.

 

 

 

13 MARZO ore 20,30

teatro di un’Italia dell’assurdo

COUNTDOWN RELOADED – CORAGGIO, IL PEGGIO E’ PASSATO?

Un progetto di Maledirezioni

Con Martina De Santis e Sara Urban

Regia di Carlotta Origoni

 

6 novembre 2011 andava in scena a Linguaggicreativi l’ultima replica di COUNTDOWN – IL PESSIMISTA E’ UNO CHE SI E’ INFORMATO uno studio sui fatti dell’attualità italiana degli ultimi anni. Il 13 marzo 2016 va in scena un nuovo studio, un pensiero, un divertissement, una domanda: COUNTDOWN RELOADED – CORAGGIO, IL PEGGIO E’ PASSATO? E tra Matrix ed Ennio Flaiano (che all’inizio degli anni Sessanta scriveva “Coraggio, il meglio è passato”), giocando con i linguaggi e le citazioni, la compagnia continua ad interrogarsi sul Bel Paese, sugli eterni ritorni della nostra Storia.

COUNTDOWN RELOADED – CORAGGIO, IL PEGGIO E’ PASSATO? rielabora, con ironia e autoironia, il materiale teatrale su cui Maledirezioni ha lavorato tra il 2009 e il 2011 e lo aggiorna perché il tempo è passato e l’Italia è cambiata. Forse.

 

 

BIGLIETTI

Intero 16 | ridotto 12

 

PROMOZIONI

Abbonamento a 3 spettacoli 30

Gruppi da 10: 10 a biglietto

Vieni in bici: riduzione 12

I ridotti solo per i convenzionati (vedi tariffe e convenzioni)

 

INIZIO SPETTACOLI

Ore 20,30

Dopo lo spettacolo verranno offerti tarallini e vino

PRENOTAZIONE

Tel. 0239543699

cell. 333.6213155

mail: info@linguaggicreativi.it