MA PURE QUESTO È AMORE

1998. Giorgia e Salvatore.

Un quartiere di periferia difficile, malfamato; lui il boss della zona, droga, armi, soldi sporchi, temuto da tutti, anche se è solo un ragazzo.

Lei, 18 anni, al mattino nella scuola del centro e al pomeriggio sul muretto del quartiere, eternamente in conflitto con se stessa, fuori posto in entrambi i luoghi.

Le loro strade si incrociano un pomeriggio, nella palestra del quartiere, un amore sfiorato che per poco, pochissimo, potrebbe cambiare il corso della storia, e invece, come spesso accade quando la realtà si mangia l’illusione, i due devono dirsi addio.

2018, il luogo è lo stesso. La palestra, ormai abbandonata da anni.

È qui che lui si nasconde, ormai ridotto ad un rottame. È qui che lei, nonostante la sua vita agiata e borghese, cerca rifugio. E lo troveranno ancora una volta l’uno nell’altra, in uno di quei giri strani che fa la vita, quando ci porta a incontri assurdi e improbabili e forse per questo, straordinari; quegli incontri che cambiando il corso degli eventi, ci mettono davanti a delle scelte, solo per aver permesso a qualcuno di entrare e lasciare un segno.

Uno spettacolo divertente, delicato, sofferente, come solo l’amore sa essere.

Stagione

Crediti

testo e regia Simona Migliori
con Gabriele Genovese e Valeria Perdonò
primo spettatore Paolo Trotti
foto di scena Michela Piccinini
produzione Teatro Linguaggicreativi
durata: 90 minuti